Posizione

Sorrento

sorrento

L’unicità del paesaggio che si alterna tra mare e montagna, fa di Sorrento uno dei siti turistici più famosi d’Italia. Arroccata su un’imponente scogliera a picco sul mare, la cittadina conserva importanti testimonianze classiche e medievali, a cui si affiancano architetture rinascimentali e barocche.
Centro tranquillo, godibile in ogni stagione per il clima mite, per il profumo dei giardini e dei suoi caratteristici limoneti che si estendono sulle terrazze panoramiche, attirando letterati e viaggiatori di ogni tempo e da ogni parte del mondo!
Il calendario della città è fitto di appuntamenti tutto l’anno che richiamano l’anima della cultura locale: dal carnevale alle famosissime processioni pasquali, alle mille sagre eno-gastronomiche estive e autunnali, allietate dalla tarantella sorrentina.

Positano

positano

Positano con i suoi colori pastello, il bianco delle case in stile mediterraneo e le caratteristiche piante di buganvillea sembra creare una suggestiva scenografia teatrale.
L’insieme delle case che formano il paese si estendono in verticale, incastonate nella roccia della Costiera Amalfitana: strette stradine si arrampicano dal mare sul costone di roccia, piene di boutiques famose per i loro originali vestiti.
A poche miglia di distanza si trovano Li Galli, minuscolo arcipelago composto da tre isolotti, dove la leggenda colloca le sirene ammaliatrici e la cui proprietà è stata contesa negli anni da personaggi di spicco dell’arte e della cultura, dal coreografo russo Massine al più grande ballerino dei nostri tempi, Nureyev.

Amalfi

amalfi

Arroccata su un piccolo promontorio a 19 km da Positano e 5 km da Ravello, Amalfi costituisce il centro della Costiera Amalfitana. Una scenografia unica, dove le memorie storiche si intrecciano alle bellezze naturali, fatta di una trama pittoresca di vicoli, casette e scale che si uniscono nella grande piazza che porta al Duomo.
I vicoli che oggi vedono un brulichio di turisti tutto l’anno una volta hanno ospitato i fasti della Repubblica Marinara che ebbe il suo momento di massimo splendore tra il X e il XII sec. Amalfi riuscì a tenere a bada gli attacchi dei saraceni e dei longobardi e a fondare la sua potenza sugli attivissimi traffici che intratteneva con l’Oriente.

Ravello

ravello

Lontana dal frastuono di Amalfi e Positano, su una collina della Costiera Amalfitana a 350 mt di altezza, sorge un’altra affascinante perla di questo tratto di costa: Ravello, tappa consigliata a tutti gli amanti della buona musica.
Famosa per la sua atmosfera di tranquillità, la città offre gioielli architettonici di varia eleganza, come la prestigiosa Villa Rufolo immersa in un vasto parco ricco di vegetazione mediterranea, cascate di fiori e terrazze sul mare. Fu in questo meraviglioso scenario che nel 1880 Wagner trasse ispirazione per la composizione del suo Parsifal. In sua memoria ogni anno, nel giardino della villa, si tengono i concerti del Ravello Festival. Altrettanto ricca di fascino è Villa Cimbrone, acquistata nel 1904 da William Beckett che la trasformò in una villa di eccezionale fascino. Il belvedere della villa è una terrazza sull’infinito senza eguali al mondo.

Pompei

pompei

Pompei scavata per circa quattro quinti del suo territorio urbano, rappresenta ancora oggi il sito archeologico più famoso al mondo. L’eruzione del Vesuvio del 79 D.C. seppellì la città sotto un manto di cenere e lapilli spesso 6-7 metri.
Passeggiare per gli scavi pompeiani è un’ esperienza unica; è come fare un viaggio nel tempo: si respira l’atmosfera della vita dell’antichità, quella pubblica e soprattutto quella privata.

Ercolano

ercolano

A differenza di Pompei, sommersa da cenere e lapilli, Ercolano fu coperta da una colata di lava e fango spessa fino a 25 mt. Proprio il fango ha conservato intatti gli oggetti e soprattutto i tesori dell’antica città, permettendoci, oggi, di ammirare uno dei più importanti centri di villeggiatura dell’antichità nel suo quasi intatto splendore.

Napoli

napoli

La storia di Napoli è legata alla presenza di molte culture che nel corso dei secoli si sono incontrate e dissolte nella città partenopea, dando luogo ad una fusione di stili differenti che ancora oggi riecheggiano nella lingua e nei motivi architettonici dei monumenti della città.
Il suo centro storico, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, offre una varietà di percorsi artistico-culturali che vanno dal greco-Romano, al Barocco, al Medievale, al Rococò e Rinascimentale. Un mix di culture e tradizioni che convivono con esilarante vitalità!
Il clima mite accompagna giorno e notte spettacoli, festival teatrali, musicali, mostre, fiere, manifestazioni religiose, mentre la tradizione gastronomica, dalla pizza agli spaghetti, l’hanno contraddistinta ed esaltata in tutto il mondo!
Imperdibile è l’escursione sulle pareti del Vesuvio, unico vulcano attivo dell’Europa. Nel 1991 è stata decretata l’istituzione del Parco Nazionale del Vesuvio, dichiarato dall’UNESCO “Riserva mondiale della Biosfera”: esso comprende tutta l’area del vulcano, il grande sistema archeologico di Pompei, Ercolano, Oplontis e il Miglio d’Oro con i più splendidi esempi di ville del ‘700 e ‘800.

Paestum

paestum

Paestum è una delle maggiori città greco-romane presenti in Campania, situata a pochi Km a sud della Costiera Amalfitana. La città prima chiamata Poseidonia, divenne uno dei centri più floridi del Mediterraneo. La sua decadenza ebbe inizio con la caduta dell’Impero Romano, quando gli edifici furono spogliati per la costruzione di chiese e palazzi e le rovine furono dimenticate.
La moderna città di Paestum, situata a nord del sito archeologico, è anche una popolare località turistica, circondata da spiagge sabbiose.

Capri

capri

Capri, con le sue piccole insenature, i faraglioni, il verde della vegetazione sulle rocce, i panorami e il mix di natura e arte, è una delle isole più sognate e celebrate al mondo. Nel corso dei secoli Capri ha incantato poeti, scrittori, musicisti e personaggi illustri. Il primo estimatore fu Augusto nel 29 a.C. che innamoratosi dell’isola la trasformò nella sua residenza estiva. Successivamente Tiberio tra il 27 e 37 d.C, vi costruì ben 12 ville e trascorse qui gli ultimi anni della sua vita. Ma è durante il corso dell’ 800 che Capri raggiunse la sua fama cosmopolita.
Fiore all’occhiello dell’isola, caratterizzata da abitazioni con terrazze e pergolati, è la notissima piazza Umberto I, meglio conosciuta come piazzetta, un salottino all’aperto della vita turistica e mondana.
Assolutamente imperdibile è la visita alla Grotta Azzurra, delle cui meraviglie hanno parlato i turisti di tutto il mondo. Vi si accede via mare da Marina Grande o a piedi da Anacapri. Grazie ad un fenomeno geologico, il livello dell’acqua si è abbassato di circa venti metri, portando l’imbocco alla grotta quasi sotto il livello del mare. Il gioco di luci a cui si assiste, per effetto dell’acqua, è incantevole.

Photo Gallery

Eventi Sorrento

  • M’illumino d’inverno 2017
    È pronto il calendario degli appuntamenti inseriti nel cartellone della decima edizione della rassegna M’Illumino d’Inverno, che prevede manifestazioni da fine ottobre alla prossima primavera. Il cartellone è suddiviso per aree tematiche Nel dettaglio gli eventi e le date: M’illumino d’inverno – La luce – Addobbi luminosi (fino al 31 gennaio 2018) 18 Novembr […]